Slg-Cub Poste ha deciso di organizzare prima a Milano e poi a Roma una manifestazione sindacale per denunciare il vergognoso sfruttamento alle Poste dei lavoratori precari CTD (Contratto a Tempo Determinato), possibile grazie alle attuali leggi sul lavoro, aggravate dal jobs-act, e all'inerzia del governo-PD, che finge di non sapere e non interviene sulle Poste, pur essendone proprietario di maggioranza e potendo ottenere assunzioni serie e una gestione aziendale fondata sulla correttezza. In Italia il servizio postale sta andando a picco e gli uffici postali sono sempre più sguarniti, per effetto della politica speculativa di riduzione del personale, messa in atto dai gestori privati delle Poste, che sta mettendo in ginocchio il funzionamento dell'azienda più grande d'Italia. Per Slg-Cub Poste tutto questo ormai deve essere portato a conoscenza dell'opinione pubblica, perché tutti ne possano avere consapevolezza, giudicando così le responsabilità politiche che ci sono alla base della disoccupazione e del crollo del servizio pubblico. Per comunicazioni sulle manifestazioni: mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ovvero al 366.45.24.874 ovvero CUB Milano (tel. 02.70631804) ovvero CUB Roma (tel. 06.76968412). Slg-Cub Poste è anche su Facebook: Slg Cub Poste e su Twitter: Slg Cub Poste. Su Facebook altre informazioni nel gruppo MOBILITAZIONE dei CTD per la GRADUATORIA.

Gentiloni sia conseguente alle sue affermazioni. Dopo lo sciopero generale del 27 ottobre, indetto dai sindacati della Base, tra i cui punti principali vi era la denuncia del dramma del precariato (in Italia ci sono centinaia di migliaia di precari, sfruttati e licenziati ogni anno), il presidente del Consiglio Gentiloni ha affermato che il precariato è un'offesa alla dignità delle persone (un argomento ottimo per farsi campagna elettorale).

La trasformazione delle Poste da istituzione a SpA, ha tolto ogni serietà al rapporto di lavoro, con ripercussioni anche sul servizio pubblico. Vista la situazione attuale, Slg-Cub Poste invita a scaricare la lettera sindacale, inviata alle Poste e al Ministero del lavoro, per cautelarsi in caso di problemi. Per chiarimenti contattare Slg-Cub Poste.

Le Poste sono una struttura sociale per le comunicazioni materiali dei cittadini e per la tutela del risparmio delle famiglie. I cittadini hanno il diritto ai servizi pubblici e il governo li deve garantire. Privatizzare le Poste significa essere contro i BENI COMUNI e contro la civiltà dei diritti.

 

SLG-CUB Poste invita i lavoratori e le lavoratrici delle Poste a non mollare e a credere nella lotta e nella difesa della propria dignità, aderendo a un sindacato non compromesso con quel sistema di potere, inaffidabile e servile, che ha portato a un passo dallo sgretolamento dell'azienda più importante d'Italia.

Buon 2017

a chi mette i valori umani

davanti a quelli finanziari

Iscriviti alla newsletter



Ricevi HTML?
Terms and Condition

Joomla Extensions powered by Joobi
pulcino