Art. 1
Sindacato Lavoro e Giustizia (di seguito SLG) intende tutelare e valorizzare il senso e la dignità del Lavoro,  inteso  come  strumento e diritto  universale  di  ogni  persona,  per  la  propria  realizzazione  in  una dimensione umana e sociale dignitosa e per lo sviluppo dell'intera società civile. SLG, ugualmente, intende  tutelare l'esigenza di ottenere e  garantire Giustizia per i lavoratori e le  lavoratrici,  nel  senso più ampio  del concetto, affrontando e  contrastando le politiche e le azioni contrarie a tale esigenza sociale. SLG, perciò, sostiene la necessità, imprescindibile e irrinunciabile, del diritto al lavoro stabile e non precario, con giusto riconoscimento del patrimonio professionale acquisito e conseguente remunerazione adeguata  anche  all’effettivo  costo della vita e nonché per una condizione dignitosa dell’esistenza, con l'obiettivo  di emancipare e liberare la persona da condizioni di sudditanza, di degrado e di pericolo, rispetto a imposizioni e pretese contrarie alla dignità umana e/o antisociali. SLG, pertanto, si oppone alle politiche che aggrediscono i diritti umani basilari o che producano un'organizzazione di lavoro e orari umanamente insostenibili   nonché si oppone alle politiche di disumanizzazione del contesto e dell'ambiente di lavoro e ai licenziamenti organizzati e strumentali, di lavoratori e lavoratrici.


Art. 2
Per SLG, l'essere umano e la sua tutela, rappresentano il punto e il valore centrali della società civile e, perciò, SLG non avalla i comportamenti contrastanti tale principio, da chiunque e vi si oppone, a tutela della dignità della persona umana.


Art. 3
SLG sostiene il principio della tutela dei beni pubblici e della non privatizzazione dei servizi pubblici essenziali e di valore sociale, per una società civile non speculativa.


Art. 4
SLG non approva e non concorda azioni, regole e norme volte a creare condizioni antisociali o di repentaglio per la vita umana ovvero degradanti per la persona e la famiglia, poiché ciò non può essere giustificato da nessun motivo politico, commerciale, economico, speculativo o da altri interessi incompatibili con la visione sociale di SLG.


Art. 5
SLG è a tutela dell’affermazione della democrazia, della libertà politica e sindacale, del rispetto della salute e della sicurezza sul lavoro, della solidarietà  e della non discriminazione, della difesa dell’ambiente e dell’eco-sostenibilità delle attività lavorative, della non violenza e della difesa dei soggetti comunque deboli e dei loro diritti inalienabili.


Art. 6
SLG crede nei valori della Resistenza e dell’antifascismo e si oppone a tutte le dittature e alle ideologie militariste. SLG concepisce il concetto che lo Stato  non può mai essere uno strumento di oppressione e di persecuzione da parte della classe politica contro gli essere umani, le lavoratrici e i lavoratori, mentre l'unico senso che può avere è quello di essere l'unione giuridica di tutti i cittadini, per il loro benessere e per la loro tutela.


Art. 7
SLG è un sindacato della base dei lavoratori e delle lavoratrici e, perciò, si fonda e si regola sulla loro partecipazione diretta, sostenendone il principio della rappresentanza reale all’interno dei luoghi di lavoro, con rappresentanze sindacali elette, con voto libero e segreto. SLG, quindi, trae sostegno e impulso alla propria azione dalle indicazioni dirette dei lavoratori e delle lavoratrici, sia nelle proprie sedi sindacali sia nei luoghi di lavoro.

Art.  8
SLG persegue il metodo dell’informazione, della partecipazione, del confronto, della riunione assembleare e della lotta sindacale, per conseguire l’affermazione  e l'espansione di un'appropriata coscienza sindacale collettiva e per la difesa degli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori nonché per la tutela delle loro famiglie.  

Art. 9
SLG sostiene il diritto e l'opportunità dei lavoratori e delle lavoratrici interessati di poter svolgere un ruolo attivo nella preparazione e nell'approvazione degli accordi tra azienda e i sindacati ovvero le rappresentanze sindacali, con consultazioni assembleari e referendum, soprattutto nei casi di ipotizzati o previsti cambiamenti normativi ovvero organizzativi che introducano peggioramenti di lavoro e di vita.

Art. 10
SLG non approva e contrasta le politiche di trasferimento delle attività lavorative, attuate con finalità di sfruttamento di altri esseri umani o per pura  speculazione economica o politica, con ricadute negative sui lavoratori e le lavoratrici titolari delle stesse attività.

Art. 11
SLG sostiene il diritto di sciopero reale, senza limitazioni politiche di Legge, strumentali, concepite al solo scopo di renderlo inefficace e indebolire la capacità di lotta di lavoratori e lavoratrici.

Art. 12
SLG sostiene il principio democratico dell'uguaglianza sindacale, con condizioni di pari diritti, per tutti i sindacati e per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori. SLG non approva e non concorda norme e regole antidemocratiche, concepite per escludere contrattualmente altre Associazioni Sindacali, per scopi antisindacali o politici, o volte a ridurre o a neutralizzare la rappresentanza sindacale dei lavoratori e delle lavoratrici.

Art. 13
SLG, per interessi sindacali e compatibilmente con i principi del presente atto, può svolgere attività in concorso con altri soggetti, anche di diversa natura, ma è sempre indipendente da partiti e/o forzepolitiche o movimenti politici o soggetti commerciali e/o finanziari o comunque untità che possano condizionare l'attività sindacale di SLG.


Art. 14
SLG non ha scopo di lucro e non assume posizioni giuridiche o di altro tipo formale che possano determinare conflitto di interesse finanziario e/o speculativo o sfruttamento della propria posizione associativa per il conseguimento di rese economiche indipendenti dal consenso sindacale dei lavoratori e delle lavoratrici e dai propri scopi statutari sindacali. E' specificamente esclusa la partecipazione diretta o indiretta di SLG in agenzie di lavoro interinale  e/o fondi pensioni o altri soggetti giuridici analoghi speculativi e/o di sfruttamento politico-economico della persona umana.


Art. 15
SLG promuove l'impegno volontario nella partecipazione sindacale, anche da parte di persone non dipendenti d'azienda.

CON QUESTI PRINCIPI E SU QUESTI PRINCIPI E' NATO SLG, IL SINDACATO DELLA BASE DEI LAVORATORI.

Milano, 9 ottobre 2012

 

Iscriviti alla newsletter



Ricevi HTML?
Terms and Condition

Joomla Extensions powered by Joobi
pulcino